eda trasp 
Ente d'Ambito per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani

Socials

Seguici su:    my facebook logo_twitter

Chi siamo

 

La Regione Campania, con l’emanazione della Legge regionale n.14/2016  “Norme di attuazione della disciplina europea e nazionale in materia di rifiuti”, ha modificato il precedente assetto gestionale basato sulle competenze in materia del ciclo integrato dei rifiuti in capo alle Province tramite le Società Provinciali. Il nuovo assetto prevede l’individuazione degli Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) e degli Enti d’Ambito (EDA) quali organi di governo degli ATO, cui vengono attribuite le seguenti competenze:

a) predisposizione, adozione, approvazione ed aggiornamento del Piano d'Ambito entro 60 giorni dalla sua costituzione in coerenza con gli indirizzi emanati dalla Regione e con le previsioni del PRGRU;

b) ripartizione, se necessario al perseguimento di economie di scala e di efficienza del servizio, del territorio dell’ATO in SAD;

c) individuazione del soggetto gestore del servizio di gestione integrata dei rifiuti all’interno dell’ATO o di ciascun Sub Ambito Distrettuale e affidamento del servizio, ai sensi dell’articolo 202 del decreto legislativo 152/2006, utilizzando per la predisposizione degli atti di gara necessari le linee guida e gli schemi tipo predisposti dalla Regione in conformità alle norme vigenti;

d) definizione dei livelli qualitativi e quantitativi delle prestazioni e indicazione dei relativi standard;

e) definizione degli obblighi di servizio pubblico e delle eventuali compensazioni economiche;

f) determinazione della tariffa d’ambito o di ciascun Sub Ambito distrettuale, individuando per ogni Comune la misura della tariffa dovuta, tenuto conto dei servizi d’ambito resi, della specifica organizzazione del servizio, delle azioni virtuose, delle politiche di prevenzione, riutilizzo, delle percentuali di raccolta differenziata nonché della qualità della raccolta, da valutare secondo i parametri stabiliti dalle linee guida di cui all’articolo 9, comma 1, lettera i);

g) la possibilità di autorizzare, in base a specifiche esigenze tecniche, organizzative e logistiche, nel rispetto dei principi di economicità ed efficienza, accordi o intese fra singoli Comuni ricompresi nei sub-Ambiti;

h) svolgimento di ogni altra funzione e competenza prevista dal decreto legislativo 152/2006 e dalla legge n.14/2016.

 

Per l'esercizio associato delle funzioni relative al servizio di gestione integrata dei rifiuti da parte dei Comuni, il territorio regionale è ripartito nei seguenti Ambiti territoriali ottimali (ATO):

a) Ambito territoriale ottimale Napoli 1;

b) Ambito territoriale ottimale Napoli 2;

c) Ambito territoriale ottimale Napoli 3;

d) Ambito territoriale ottimale Avellino;

e) Ambito territoriale ottimale Benevento;

f) Ambito territoriale ottimale Caserta;

g) Ambito territoriale ottimale Salerno.

 

Gli ATO sono delimitati in riferimento all’obiettivo del raggiungimento di economie di scala e differenziazione, tenuto conto prioritariamente dei principi di autosufficienza e di prossimità.

 

Al fine di consentire in base alle diversità territoriali, una maggiore efficienza gestionale ed una migliore qualità del servizio all'utenza, ciascun ATO può essere articolato in aree omogenee, denominate Sub Ambiti Distrettuali (SAD), con riferimento ai criteri di ottimizzazione del ciclo o di suoi segmenti funzionali, in conformità a criteri e parametri indicati nel Piano regionale di gestione dei rifiuti ai sensi dell’articolo 200 commi 1 e 7 del decreto legislativo 152/2006.

Come da Deliberazione di Assemblea dei sindaci dell’ 11 Ottobre del 2019 e approvazione definitiva di cui alla Deliberazione di Consiglio d’Ambito n.16 del 20 Novembre 2019, i 104 Comuni della provincia di Caserta sono stati suddivisi in n.12 SAD. La suddivisione è stata effettuata in base alla posizione geografica: ogni SAD è composto da Comuni confinanti

La città di Caserta, come previsto dalla su citata Legge Regionale ha chiesto di costituirsi SAD autonomo. I restanti 103 Comuni della Provincia sono stati suddivisi in ulteriori 11 Sotto Ambiti.

Notizie Principali

ANPR - certificati anagrafici online e gratuiti per i cittadini

Avviso di avvio procedura negoziata e SORTEGGIO PUBBLICO degli operatori economici da invitare a gara – Comune di Riardo

Interventi di rimozione di rifiuti abbandonati per la riqualificazione ambientale di aree compromesse dall’abbandono incontrollato dei rifiuti

News ed informazioni

Tavolo Tecnico - ETC e Comuni Campani - Delibera ARERA n. 15/2022 - Regolazione della qualità del Servizio di Gestione dei Rifiuti Urbani

Nuovo Numero Telefonico

MTR-2: La nuova regolazione tariffaria dei rifiuti per il periodo 2022-2025

Torna su